Edificio monumentale
/
Rossano

Palazzo Mannarini De Mundo De Falco Di Salvo

L’edificio monumentale Mannarini De Mundo De Falco Di Salvo è uno dei 130 palazzi gentilizi di Rossano: esso sovrasta, dal lato nord, il sagrato e l’ingresso principale della Cattedrale-Basilica dell’Achiropita, sviluppa il lato owest sui tornanti (di fronte ai palazzi Britti-Amantea, Labonia-Gurgo, De Franchis-Milito, Posterivo e alla Chiesa dell’Addolorata), il lato est su Via Labonia (di fronte ai palazzi Labonia-Rizzuti, Remondini-Romano-Lavorato, Toscano Mandatoriccio-Smurra, Interzati-Guarasci, Perrone-Mazzei), infine il lato sud e l’ingresso su Via Labonia, sotto la piazza del Governatore o Steri, la Torre civica dell’orologio, i palazzi De Rosis, Rizzuti-Fontanella-Rotondaro, De Paola.

In origine l’edificio è circondato da un “giardino di delizie” e risale, nel suo primo nucleo, al sec. XV. Ha diversi ampliamenti nei secoli successivi, risulta danneggiato dal terremoto del 25/4/1836 e successivamente viene restaurato: i grandiosi archi ben visibili nel prospetto nord sono alcuni accorgimenti degli interventi di consolidamento anti-sismico.

Tutto l’edificio è costruito sul pendio tufaceo di una collinetta, su cinque livelli a gradoni e su una serie di grotte arenarie (risalenti verosimilmente all’antichissima civiltà rupestre degli Enòtrii). Alcune di queste escavazioni sono tuttora utilizzate come scantinati, magazzini e, fino ad anni recenti, anche come botteghe artigianali (recente è quella del fabbro mastro Delfino Urso) ecc.

Le altre, quelle disposte nella parte inferiore che danno sul largo del Duomo, sono state incorporate da una serie di negozi: come quello tuttora attivo dell’attività commerciale “Da Vincenzo” (già del grossista e imprenditore Michele Castagnaro e ancora prima dell’orafo Leonardo Franco) e quelli, operativi fino ad anni recenti, dei sarti Scazziota, della tipografia Mangone, del fabbro Pace, del barbiere Sabatino, del calzolaio Giovanni Bruno (poi trasformato in un altro ingresso al palazzo). E’ ipotesi plausibile che una di queste grotte possa essere quella abitata dal monaco eremita Efrem, al quale è collegata la tradizione dell’origine dell’icona della Theotokos Achiropita e del primo nucleo della Cattedrale (sec. VI).

La prima proprietà dell’imponente manufatto edilizio è quella della famiglia patrizia dei Mannarini o Mannarino, presente a Rossano fin dal 1460, con Marco Antonio, che qui fissa la residenza sua e dei suoi discendenti che, agrari e aristocratici, fanno parte costantemente della classe dominante e dirigente della città, quella nobiliare oligarchica. Francesco Antonio Mannarino è Sindaco di Rossano nei mesi dell’impresa garibaldina dei Mille; è l’ultimo primo cittadino borbonico della città e colui che, il 9/9/1860, dopo la farsa del Plebiscito, è costretto a firmare l’atto di adesione al Regno di Vittorio Emanuele II e a dimettersi, cedendo il posto a Fortunato Amarelli, il primo Sindaco post-unitario.

L’ultima discendente, con la quale si estingue l’antica famiglia, è Giuseppina Mannarini, la quale, intorno al 1903, porta in dote l’immobile al marito, l’agrario aristocratico De Mundo. Quest’ultima famiglia, però, ne mantiene la proprietà e il nome per un breve periodo, fino agli anni ’20, quando l’ultima e unica erede, Aurora De Mundo, sposa Vincenzo De Falco. Questi lascia in eredità l’edificio ai due figli: a Giuseppina (Peppinella) la parte superiore del palazzo, quella di fronte a piazza Steri, da sempre residenza signorile, che, negli anni ’50, porta in dote al marito, il prof. Antonino Di Salvo, il cui primo figlio, Benedetto Tito, la possiede e l’abita tuttora; a Domenico (Micuzzo), dentista a Bari, la parte inferiore con i locali di fronte alla Cattedrale, pervenuta poi ai figli Vincenzo e Lucia, i quali, da poco, hanno ceduto la loro parte dell’edificio all’Arcidiocesi.

Sintesi della scheda storica curata da Francesco Filareto e Mario Massoni

Condividi su
Approfondisci
aperto 24 ore
biglietti autobus
biglietti treni
event creator
hairstyle
manutenzione/ristrutturazione
noleggio auto
party location
sala presentazione eventi
servizi a domicilio
servizi socialmente utili
visite guidate
wedding location