Castello di Roseto Capo Spulico
Borghi e dintorni

Roseto Capo Spulico

Roseto Capo Spulico è un comune dell’Alto Ionio Cosentino. Centro turistico, con castello a picco sul mare. In origine era una delle città satellite di Sibari, ai tempi della Magna Grecia.

Il nome Roseto deriva dal latino “rosetum” per via della diffusa coltura delle rose in epoca greco-romana, che venivano utilizzate per riempire i guanciali delle principesse sibarite. La specifica “Capo Spulico” venne aggiunta nel 1970 per la vicinanza del paese al Capo Spulico.

L’attuale Roseto nacque nel X secolo d.C.. Tra il 1058 e il 1085 il principe Roberto il Guiscardo vi costruì il Castrum Roseti. Roseto raggiunse il suo massimo splendore nel 1260 quando fu costruito il Castrum Petrae Roseti (castello di Roseto) da Federico II di Svevia. Dal 1623 al 1671 fu feudo della famiglia Rende di Bisignano.

Dopo un periodo di declino e di sottomissione al potere baronale, aggravato dall’Unità d’Italia e dall’emigrazione che ha segnato questa terra nella prima metà del Novecento, nei primi anni 70 vennero costruiti i primi “residence”, che aprirono le porte al turismo nello Jonio Calabrese e a Roseto Capo Spulico, che è andata nel tempo sviluppandosi soprattutto nel settore del turismo balneare.

Negli ultimi anni si è progressivamente passati alla costruzione di strutture turistiche di livello (Hotels, villaggi, stabilimenti balneari attrezzati, discoteche).

Cosa vedere e cosa fare

Su una bellissima altura digradante verso il mare si trova l’antico centro storico nelle cui stradine e vicoletti sono ancora vive le caratteristiche medievali. Qui si trovano gran parte dei monumenti storici del paese, come il Castrum Roseti, Il Museo Etnografico (già museo della civiltà contadina), tra i più importanti della Calabria, con oltre duemila oggetti conservati, La Chiesa di Santa Maria della Consolazione (sec. XIV).
Nella frazione Marina di Roseto Capo Spulico, si trova il lungomare degli Achei, lungo circa 1,5 km, cuore estivo dell’Alto Ionio Cosentino.
A picco sul mare e ben visibile dalla statale 106, si trova il Castrum Petrae Roseti (castello di Roseto).
Roseto Capo Spulico, per via del mare limpido dal colore smeraldo e per via dei fondali che offrono una scenografia sottomarina mirabolante, è ad oggi la perla calabra che ha ottenuto la riconoscenza ministeriale per il mare più bello d’Italia.
Lungo la spiaggia sottostante al Castello e al Granaio, a loro volta arroccati sul piccolo Promontorio di Cardone (o del Castello) al termine del Lungomare degli Achei, si trova lo scoglio incudine conosciuto anche, per via della sua forma, come il fungo del Castello, simbolo oleografico di Roseto e dell’Alto Ionio Cosentino.

Tradizioni enogastronomiche

La genuinità proveniente dalla campagna unita alla freschezza del pescato, rendono un tesoro prelibato i piatti tipici della zona. La campagna offre olio, vino, ortaggi di qualità e la produzione di ottimi  salumi.
Tra i piatti tipici da gustare, ci sono: la licurda, considerata la “pietanza dei poveri” della civiltà contadina, preparata con pane raffermo, verdura e uova; i “crispi” impasto di farina fritto nell’olio; la minestra verde; pasta fresca fatta in casa, “frizzuli”, “rascatilli”. Tra le primizie della terra i piselli in particolare, grazie al clima di questa zona, assumono un sapore unico ed il piccantissimo peperoncino. Inoltre, soprattutto nel periodo di “marzo/aprile”, assumono un ruolo fondamentale le seppie di cui il mare in questo periodo è ricco. Quasi nello stesso periodo si pesca il novellame detto “a sardella” o “rosa marina” che, insaporita e condita da mani esperte viene considerata il “caviale dei poveri”. Tra i dolci si annoverano i “cannaricùli”.

Festività

10 Aprile – la “Fiericella” – tradizionale fiera sul lungomare di Roseto Capo Spulico
21 Maggio – Inizio della stagione estiva
03/04 Giugno – Festa delle Ciliegie: il Centro Storico di Roseto si tinge di rosso per la festa delle Ciliegie De.Co di Roseto, quest’anno premiata come la “Ciliegia più bella d’Italia”.
24 Luglio – Stracittadina d’estate: la “maratona” per grandi e piccini sul lungomare di Roseto Capo Spulico
12 Agosto – Corteo Storico Federico II: rievocazione storica medievale a cura della Associazione Orizzonti Rosetani.
17 Agosto – Suoni e suggestioni di una notte di mezza estate: il Lungomare di Roseto Capo Spulico si trasforma in una esplosione di luci e di colori, con spettacoli itineranti
21/22 Agosto Serenate a Federico II: Teatro Musica nella suggestiva cornice della spiaggia antistante il Castrum Petrae Roseti
II Weekend Settembre – Premio Capo Spulico: Roseto omaggia le personalità locali e calabresi che si sono distinte in ambito regionale, nazionale e internazionale
6/7/8 Dicembre – Natale dentro le mura: Roseto si prepara al Natale con i tradizionali mercatini all’interno delle mura medievali del Centro Storico
Feste religiose: 6 Dicembre, San Nicola (feste patronali); 26 Luglio, Sant’anna, 16 Agosto, San Rocco.
E’stArt – L’ estate rosetana inizia il 21 Maggio, e da quel momento, ogni giorno è un susseguirsi di spettacoli musicali, teatrali, artistici e culturali di assoluto spessore. Appuntamenti ormai consolidati nel tempo e attesi da migliaia di visitatori provenienti da tutto il Bel Paese. Ospiti di caratura nazionale e internazionale arricchiscono il cartellone estivo rosetano.

Numeri utili

Comune: +390981 200032, +390981 913350
Ristorante Bar Pizzeria B&B “Da Mario” : +39347 0351420
Ristorante pizzeria “Al porto antico”: +390981 913220, +39349 6953091
Ristorante pizzeria “La perla del mare”: +390981 902217, +390981913151, +393343428384
Ristorante pizzeria “Nettuno”: +390981 913083
Ristorante “Corte di Federico”: +390981 913479
Fondatore e presidente Museo Etnografico: +390981913085, +393406476151
Hotel Relais Capo Spulico: +390981913322
Residence Cala Castello: +39388 759 1019
B&B Rosa dei Venti: +39389 111 1517
B&B: +39347 257 9780
B&B delle rose: +390981 913452
B&B La piazzetta: +39345 829 4912

Come arrivare

Aeroporti: Lamezia Terme (171 km), Bari (156 km)
Treno: stazioni più vicine Trebisacce.
In auto:Autostrada A3 Salerno Reggio Calabria (direzione Reggio Calabria) SS 106 (E90) Taranto Reggio Calabria (direzione Reggio Calabria)

Si ringrazia il Sig. Domenico Graziano per la foto.

Condividi su

Riguardo all'autore

Articoli correlati

Lascia un commento

Lascia un commento

La tua email non sarà mostrata.